Detti dialettali
Detti dialettali


Acqua che viene da Lugano non basta 
nemmeno per lavare le mani acqua che viene 
dal Ticino non vale nemmeno un quattrino ma 
quella che viene dal Sacro Monte basta a 
lavare tutto il mondo. 
Aqua che vegn de Lugàn l'è gnanca 
assèe de lavaa ì man aqua che vegn 
dou Tisìn la var gnanca oun quatrin, ma 
quela che vegn de Madona dou Mount 
le lava tutt our mound.
 

Se il monte Caslano fosse tutto pane e il lago 
fosse tutto latte, la barca una scodella ed i 
remi due cucchiai, oh che bel mangiare. 
Se our mount Caslan al fudess tutt pan 
e our Laach al fuss tutt lacc, re barca 
ne tazina, e ì remour duu cugìaa, oh 
che bel pacìaa. 

Sotto al campanile non manca mai nè pane nè 
vino. 
Sott ar campanin manca mai né pan né 
vin. 

 
Fin che dura pane e vino si può infischiarsene 
del destino. 
Fin che dura pan e vìn se po 
impìpassen dou destin.
 
 
A tavola ed a letto non ci vuole molto rispetto. Ar tavoul e in lett ghe voeu poch 
rìspett. 

 
Quando il gallo canta verso cena se è 
nuvoloso si rasserena ma se canta a 
mezzogiorno l'acqua è vicina. 
Quant our gall al canta su re scena se 
l'è nivoul al se inserena ma s'el canta 
sur mesdì, r'acqua l'è chi.
 
 
Se piove il giorno dell'Ascensione per quaranta 
giorni pioverà. 
Se al pioeuf our dì di Scenza par 
quaranta dì semm minga senza. 

 
Il mondo è un catino senza fondo e chi non sa 
nuotare va a fondo. 
Our mound l'è ne bazzila senza found e 
chi ghè minga bon de noudaa al và 
subit a found.
 
 
Vai in piazza a prendere consigli ma poi fa 
quello che credi. 
Va in piaza a toeu i counsei e va a ca a 
faa quel che te par mei!